tribale
lineaverde_small
  • L'OSPEDALE
  • i progetti
  • AIUTIAMO L'OSPEDALE
  • I NOSTRI CONTATTI - NEWSLETTER
  • LIBRI E FILM SUL ST. ORSOLA
  • open hospital

    Il progetto, seguito dalla sezione Puglia di Informatici senza Frontiere, ha come obiettivo l'informatizzazione dell'ospedale. Avrà una durata triennale a partire dal mese di luglio 2008 e il fine di fornire l’ospedale di un software di gestione delle cartelle cliniche paziente, della farmacia, dei reparti e dei laboratori, nonché di dotare la struttura di hardware e software con cui sviluppare futuri servizi di e-learning e teleconsulto.
    Il progetto viene seguito in loco da Alessandro Domanico, ex volontario del servizio civile, che ora gestisce il progetto in tutte le sua fasi per proseguire il porcesso di informatizzazione iniziato con l'adeguamento di OpenHospital alle esigenze del St. Orsola.


    I FASE
    Il 28 agosto 2008, è stata ufficialmente consegnata la versione riveduta e corretta del programma ad Hariet, la segretaria dell'ospedale di Matiri. Hariet potrà cominciare il test del programma: inserire i pazienti nel database, archiviare i test di laboratorio, le ammissioni, le visiste in OPD, aggiornare la farmacia e soprattutto, grazie ad una connessione remota preparata con Hamachi ed UltraVNC, potrà segnalare eventuali bugs, suggerimenti per le prossime versioni di OH e potrà anche ricevere assistenza diretta dall'Italia.
    Il supporto tecnologico è costituito da un portatile donato da Banco Informatico equipaggiato con una versione in inglese non troppo recente (7.10) di Ubuntu, una distribuzione del sistema operativo Linux.
    Tutto ciò conclude la prima fase del progetto d'informatizzazione che riguarda l'ospedale. Il tutto avvenuto a costo zero per il momento, grazie al software libero e alle tante iniziative etiche presenti nel mondo, come il riciclo di computers "obsoleti", e all'instancabile attività di volontari che dedicano le proprie ferie per una causa comune.



    II FASE
    A fine Maggio, con l'arrivo del container dall'Italia, è iniziata la seconda fase, con l'informatizzazione dell'intero compound ospedaliero, con 15 computers sempre donati da Banco Informatico, training ai 52 dipendenti del comparto medico, creazione delle utenze indipendenti per la suddivisione dei ruoli all'interno di OpenHospital, server di aggiornamento accessibile in remoto, stampanti e quanto serve per facilitare il lavoro sempre crescente del St.Orsola, compresa l'assunzione di un tecnico informatico formato in loco.




    Per maggiori informazioni, contattare direttamente alessandro.domanico @ yahoo.it.








    end back
    [accesso alla redazione]
    O.N.L.U.S.
    UN OSPEDALE PER THARAKA - KENYA

    Sede in Ferrara - Via Saraceno c.n. 78
    Codice fiscale n. 91010140381

    Legge 11 agosto 1991 n. 266 – Iscritta nel registro delle Organizzazioni di Volontariato della Regione Emilia-Romagna
    Provvedimento della Provincia di Ferrara del 3 marzo 1997
    tutti i diritti riservati 2005/2010
    logo Plustic Jumper
    Plastic Jumper
    via gramicia, 59
    44100 Ferrara